Home Gli Scrittori Maledetti & Famosi Morris - Amore fra i cannibali

Chi è online

 51 visitatori online

Cerca all'interno del sito :

E' online

Banner
Il quotidiano diretto da Giuseppe Mazzone.

Sei il visitatore n. :

Newsflash

Vi consigliamo :

Banner
Orazio Longo
"La conquista"
Banner
Rita Marta Massaro
"Infinitami"
Banner
Giuseppe Mazzone
"Ultima stanza a destra"
Banner
Patrizia Vicari
"Gli ospiti dell'antiquario"
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Login

Vuoi ricevere regolarmente le newsletter degli Scrittori Maledetti e Sconosciuti? Oppure vuoi inserire un commento ? Registrati.

Sito realizzato da :

Maria Teresa Alì
per
Banner
Professionistisulweb.
Morris - Amore fra i cannibali

 

Wright Morris

(tratto da)

Amore fra i cannibali

 

…Le tenevo una mano tra i riccioli sotto la nuca,

quando mi risvegliai,

e con le dita le stringevo il collo

nel punto in cui di solito

i gatti azzannano i loro micini

per trascinarli qua e là per la casa.

 

Come si potrebbe fare in sogno, cominciai a ridere.

 

Non so se lei stesse dormendo

o se soltanto giacesse al mio fianco,

rilassata e in attesa,

ma, quando il mio diaframma cominciò a tremare,

anche lei riprese a ridere.

 

Non ci furono domande né risposte.

 

Restammo soltanto sdraiati là, ridendo.

 

Prima d’allora non ero mai stato con una donna

che sapesse partecipare al mio divertimento

senza fare domande,

che non lasciasse abbandonato,

solo,

il riso dell’uomo cui aveva appartenuto

un attimo prima.

 

Lei non se ne preoccupò.

 

Restammo sdraiati là,

ridendo come una coppia di ragazzini matti.

 

Quando il riso si spense, per conto proprio, le dissi:

<<Non perché abbia importanza,

ma come ti chiami?

Potrei anche aver bisogno di saperlo

un giorno o l’altro>>…