Home Gli Scrittori Maledetti & Famosi Beppe Grillo - Sono un eversore

Chi è online

 29 visitatori online

Cerca all'interno del sito :

E' online

Banner
Il quotidiano diretto da Giuseppe Mazzone.

Sei il visitatore n. :

Newsflash

Vi consigliamo :

Banner
Orazio Longo
"La conquista"
Banner
Rita Marta Massaro
"Infinitami"
Banner
Giuseppe Mazzone
"Ultima stanza a destra"
Banner
Patrizia Vicari
"Gli ospiti dell'antiquario"
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Login

Vuoi ricevere regolarmente le newsletter degli Scrittori Maledetti e Sconosciuti? Oppure vuoi inserire un commento ? Registrati.

Sito realizzato da :

Maria Teresa Alì
per
Banner
Professionistisulweb.
Beppe Grillo - Sono un eversore

Beppe Grillo

Sono un eversore

(dal blog beppegrillo.it – 11 dicembre 2014)

 

Lo confesso, sono un eversore, mi faccio schifo,

Napolitano ha ragione.

Pago le tasse, non rubo, denuncio il malaffare,

non mi faccio i cazzi miei

e nessuno ha ancora cercato di comprarmi.
Sono un problema e me ne rendo conto.

L'onestà da noi è fuori moda

e una persona onesta con la sua sola presenza

dà imbarazzo ai ladri che ormai sono la maggioranza.

I delinquenti stanno tracimando,

vivono tra noi, nelle istituzioni, nelle banche,

nei partiti, nei media, nelle partecipate.

A chi ruberanno quando gli onesti

saranno assoluta minoranza?

Si mangeranno tra di loro,

ma la colpa sarà degli eversori,

delle persone che si ostinano a rimanere oneste.

Dare il buon esempio in questo Paese

è l'atto più eversivo possibile.

Se non sei ricattabile sei un individuo pericoloso,

un eversore appunto.
Ebbene, caro Napolitano,

io sono e rimarrò un eversore e ne vado fiero.

Accostarmi al Sacco di Roma come lei ha fatto ieri,

detto da lei all'Accademia dei Lincei,

mi rende anche un po' orgoglioso.

Un monito così equivale a un'onorificenza.

A una medaglia al valore, a tre cavalierati tutti insieme,

a un incarico di governo"

L'antipolitica è patologia" dice il bisPresidente,

a me invece sembra una reazione,

ancora flebile, alla malapolitica.

Come un corpo che vuole disperatamente

mantenersi sano attua i suoi anticorpi.

Il M5S, e qui Napolitano ha perfettamente ragione,

è alternativo alla Repubblica dei ladri,

è una medicina, un antibiotico per distruggere i virus

che avvelenano il Paese.

Dal punto di vista degli agenti patogeni

è sicuramente eversivo.

Mi viene spontanea una domanda al presidente,

ma lei mentre la Repubblica affondava nel fango,

lei dov'era? Su Marte?

E' in politica, quella buona si intende,

dal dopoguerra e in Parlamento dal 1953.

Non si sente un minimo responsabile

di quello che è successo?

Chi è l'antipolitica, lei o io

che mi dichiaro senza alcun dubbio eversore?

Eversore vero.

L'onestà tornerà di moda,

le auguro di fare in tempo a vederla!
Firmato: L'eversore

 


PS: Anche tu sei un eversore?

Fallo sapere a Napolitano!

Manda un selfie su Twitter

utilizzando l'hashtag #SonoUnEversore