Home Versi/di/Versi La stella

Chi è online

 17 visitatori online

Cerca all'interno del sito :

E' online

Banner
Il quotidiano diretto da Giuseppe Mazzone.

Sei il visitatore n. :

Newsflash

Vi consigliamo :

Banner
Orazio Longo
"La conquista"
Banner
Rita Marta Massaro
"Infinitami"
Banner
Giuseppe Mazzone
"Ultima stanza a destra"
Banner
Patrizia Vicari
"Gli ospiti dell'antiquario"
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Login

Vuoi ricevere regolarmente le newsletter degli Scrittori Maledetti e Sconosciuti? Oppure vuoi inserire un commento ? Registrati.

Sito realizzato da :

Maria Teresa Alì
per
Banner
Professionistisulweb.
La stella

La stella

La stella

 

È come una voce incrinata

la stella che sbianca la notte

nel lontano vertice del cielo,

in una luminescenza reclinata

nella linea che pare uno squarcio.

Poi la pensi nei suoi capelli

di latte, nei fianchi che sono fina

neve del mattino, mentre

ti consegna il suo istante.

E ti accorgi che è come l’erba

fragile del prato novembrino,

col suo colore di cenere e il freddo

che si fa profilo di un buio

abbraccio. Nel suo passaggio

abbagliante c’è il lieve segreto degli anni,

il transito disarmato della fugace

volta rosata che scava.

La distante stella ora pare

un’ostia pietosa, o l’alba visitata

da un segreto o il colore infinito

dello stupore. O solo una lacrima

d’intesa, eppure abbandonata.

 

Loretto Rafanelli