Home Gli Scrittori Maledetti & Famosi Adler - Il peccatore pentito

Chi è online

 87 visitatori online

Cerca all'interno del sito :

E' online

Banner
Il quotidiano diretto da Giuseppe Mazzone.

Sei il visitatore n. :

Newsflash

Vi consigliamo :

Banner
Orazio Longo
"La conquista"
Banner
Rita Marta Massaro
"Infinitami"
Banner
Giuseppe Mazzone
"Ultima stanza a destra"
Banner
Patrizia Vicari
"Gli ospiti dell'antiquario"
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Login

Vuoi ricevere regolarmente le newsletter degli Scrittori Maledetti e Sconosciuti? Oppure vuoi inserire un commento ? Registrati.

Sito realizzato da :

Maria Teresa Alì
per
Banner
Professionistisulweb.
Adler - Il peccatore pentito

Alfred Adler

Il Peccatore Pentito

 (La conoscenza dell'uomo)

 

Se in questo caos

della nostra formazione

cerchiamo di scoprire

chi abbia avuto più occasioni

di raggiungere

la conoscenza dell'uomo

dobbiamo constatare

che si tratta proprio di persone

che hanno mantenuto

intensi rapporti di relazione

sviluppando contatti

con i propri simili

ossia di ottimisti

o almeno di pessimisti contingenti

non ancora frustrati

dalla rassegnazione

Il semplice contatto umano

non è però sufficiente:

esso deve essere

integrato dall'esperienza

Per concludere

visto che la nostra educazione

è incompleta

e talora permeata di errori

si può dire

che la vera conoscenza dell'uomo

è oggi limitata

ad un solo tipo di individuo

il "peccatore pentito"

ossia a colui

che ha potuto sperimentare

tutte le soluzioni devianti

della vita psichica

o che, almeno, le ha sfiorate

ed è riuscito a salvarsi

Si potrebbe prendere

in considerazione

anche il tipo umano

che per la sua natura

particolarmente sensibile

 è in grado di comprendere

una dimostrazione

che gli sia effettuata

Tuttavia chi ha fatto

esperienza diretta

di ogni forma di passione

resterà sempre

il miglior conoscitore dell'uomo

Non soltanto ai nostri giorni

ma anche all'epoca

in cui s’andavano sviluppando

le religioni

il "peccatore pentito"

è stato l'individuo

capace di guadagnarsi

una maggiore considerazione

tanto da porsi

al di sopra dei "giusti"

Se ci chiediamo

il motivo di tutto ciò

non possiamo prescindere dal fatto

che soltanto chi ha saputo superare

le difficoltà dell'esistenza

e ha trovato la forza di elevarsi

e di scrollarsi di dosso

tutte le brutture

in cui era immerso

può arrivare a conoscere

il bene e il male della vita

In questo nessuno

e tanto meno il giusto

può eguagliarlo